venerdì 25 aprile 2008

poesia

Il gioco antico
delle mani
che indugiano sul corpo
scopre un intreccio
il viaggio ci porta
lontano
su respiri profondi
I corpi si muovono
liberi
sotto schegge di sole
Il riflesso
è guardarti negli occhi

Vito Moretti, da "Gabbiani senz'ali", 1990

2 commenti:

more78 ha detto...

visitate anke questo blog:
http://lindy11.blog.excite.it/

Auryn ha detto...

grazie, ho trovato il tuo passaggio sul mio blog e ricambio la visita con piacere!