mercoledì 24 settembre 2008

TRAPASSO

come il soffio di un gelido vento inclemente
pietrifica ogni essenza,
così il sonno eterno gela il corpo e la mente

come la leggera frescura fa aleggiare le nuvole,
scorgendo ogni luogo,
così il trapasso ti lascia vedere l'invisibile

come sfiora ogni creatura la lieve brezza,
sostenendola,
così la morte è occasione di avvolgere ciò che amavi
con una carezza
- moretti michele -

2 commenti:

ogerius ha detto...

scrivere poesie come questa è una sottilissima astuzia e una strategia vincente contro la parte stupida di sé stessi. una pietruzza levigata e squadrata che va a lastricare il cammino che dall'esistere dovrebbe condurci all'Essere.

lindy ha detto...

Il trapasso mi fa vedere l'invisibile? Bene: sono curiosa, non ho paura del momento....